Passa ai contenuti principali

Una quarta di copertina che non serviva: sinossi

Edmonton Canada

La diagnosi di una malattia incurabile coincide con l’inizio di un’appendice della vita, un tratto terminale nel quale i giorni diventano davvero contati e l’orizzonte di cui siamo fatti inizia ad assumere contorni più certi e definitivi. Chi scrive questa sorta di diario-appendice – un cinquantenne di cui ignoriamo il nome, impiegato da sempre nel ramo assicurativo-bancario – ha appena ricevuto una simile diagnosi in Canada, dove risiede da sedici anni. Il parere medico, che arriva nel momento in cui volge al termine il rapporto con la moglie Annelise, spinge quest’uomo a tornare in Veneto, al suo paese d’origine, per trascorrere vicino ai genitori i mesi che gli restano. Tuttavia, in seguito alla morte ravvicinata di entrambi, si troverà invece solo, senza legami parentali, con un’improvvisa obbedienza alla scrittura e con la compagnia ondivaga di un custode cimiteriale segaligno e imprevedibile, con il quale inizierà a trascorrere buona parte delle giornate.

Con riluttanza il malato segue il piano di terapie che gli consentono di condurre una vita quasi normale per alcuni mesi, di vagare e osservare, di ricordare e scrivere con continuità, persino di nuotare qualche vasca in piscina e montare su pagina i pezzi di una vita. Nel testo che prende forma prima in vecchie agende intonse della banca e poi nel file del computer, meditazioni e frammenti di passato si alternano agli incontri e agli accadimenti del presente, finanche agli episodi di cronaca che riattivano tortuosi percorsi di memoria.

Che fare? Vivere o scrivere? Per il protagonista la scrittura diventa un’”interruzione della vita”, prima dell’interruzione definitiva che la medicina gli ha già prospettato. Eppure, proprio scrivendo, praticando questa “secolare prostituzione della scrittura”, così intrecciata all’umana gloria, succede qualcosa di inatteso: alcuni personaggi di questa narrazione, il custode e gli amici ritrovati al paesello, i conoscenti e la signora che talvolta lo raggiunge per un’iniezione, la madre e la sua morte misteriosa, quel che rimane del rapporto con Annelise e della corrispondenza di questa con il suocero, le frequentazioni amorose del suo passato iniziano a convergere verso una fine, anzi, verso la fine che ogni storia sempre pretende. E questa fine sarà a sua volta un’appendice, un’appendice di un’appendice, dove resta sospeso un pensiero dubbioso su quanto abbiamo iniziato a chiamare fine-vita e che per ora pare non avere un nome migliore.


Nella foto: Edmonton, Canada

Commenti

Posta un commento

POTRESTI CLICCARE ANCHE QUI

Una recensione di Fabio Donalisio su "Blow Up"

La recensione di Fabio Donalisio sulla rivista "Blow Up" di Ottobre 2023 ROMANZO | Alberto Cellotto Appendice • Ronzani • pag. 168 • euro 14 Per la sua seconda prova narrativa (la prima, del 2018, era un romanzo epistolare, roba d'altri virtuosi tempi), il poeta trevigiano Cellotto sceglie un'angolatura scomoda da cui osservare la vita: lo spazio (il non-luogo, o non-tempo) del fine vita ("per ora pare non avere un nome migliore") che funge anche da sottotitolo. C'è la vita, qualunque cosa sia o l'idea che uno decide di farsene, e c'è la sua appendice: un tempo per una volta definito, con la data di scadenza a definirlo e a privarlo di significato (se mai ne aveva prima). Così per un cinquantenne innominato, a cui una malattia terminale ha fornito la deadline (letteralmente). Emigrato in Canada, con una relazione anch'essa in scadenza, decide di tornare nel luogo natale come per chiudere un cerchio, e alleviare la solitudine del sofferente (

Una presentazione di "Appendice" alla libreria Raggiungibile di San Donà di Piave per Estratto Festival

La prossima presentazione del libro Appendice (Ronzani Editore, 2023) è prevista a San Donà di Piave alla Libreria Raggiungibile nell'ambito di Estratto Festival. Domenica 24 settembre - ore 18:30 Modera Matteo Giancotti, legge Francesco Maino. Suonano Lucio Bonaldo (percussioni) e Giorgio Riondato (basso). Non un tappeto sonoro che accompagni la lettura dei brani del libro, né una colonna sonora, ma il desiderio di restituire un interrogativo musicale che viaggi tra le domande del libro, che a volte riguardano la stessa musica e la convenzionalità con cui ne parliamo.

"Appendice" di Alberto Cellotto (Ronzani Editore, 2023)

Comunicazione di servizio Disponibile nelle librerie fisiche e online il libro Appendice di Alberto Cellotto (Ronzani Editore, 2023). Librerie fisiche La distribuzione di Ronzani Editore è di A.L.I. (Agenzia Libraria International). Qui la scheda del libro Appendice nel sito di A.L.I. Librerie online Qui di seguito i principali siti dove è possibile acquistare Appendice : Ronzani Editore IBS.it   Mondodari Store Hoepli Amazon Libreriauniversitaria Libraccio Libreria Rizzoli eBook Ronzani  |  Amazon  |  IBS.it  |  bol.com  |  kobo.com

Un po' della musica nel libro: le playlist hanno rotto!

Qui sotto e su Spotify trovate una lista di brani denominata "Appendice". Sono tracce che rimandano a determinati passaggi del libro. Nella foto: Piero Ciampi

La diretta della presentazione alla libreria Zabarella di Padova

  La diretta Facebook della presentazione di Appendice (Ronzani Editore, 2023) alla Libreria Zabarella di Padova. Presentazione di Matteo Giancotti, sonorizzazione di Lucio Bonaldo (percussioni) e Giorgio Riondato (basso). Purtroppo l'audio non riprende la sonorizzazione.